Motori

OPEL: 25 anni fa Opel vinceva il Campionato Turismo con la Calibra

La stagione 1996 fu una delle più appassionanti del campionato turismo. Le vetture di Classe 1 montavano infatti tecnologie allo stesso livello di quelle di Formula 1. Con la benedizione della FIA, il campionato DTM tedesco era diventato l’International Touring Car Championship (ITC), con corse organizzate in tutto il mondo, da Hockenheim in Germania a San Paolo in Brasile. Le gare furono trasmesse dal vivo in televisione e ogni evento tenne gli appassionati incollati al video grazie alla presenza di famosi piloti e soprattutto per i numerosi ed emozionanti sorpassi. Al termine della stagione Opel festeggiò il più importante successo della sua storia nelle competizioni automobilistiche conquistando i titoli piloti e costruttori, contro concorrenti agguerriti come Alfa Romeo e Mercedes. I campioni turismo 1996 furono la Opel Calibra V6 4×4 e Manuel Reuter. La griglia di partenza pullulava di stelle. Ex piloti di Formula 1 come Alessandro Nannini, JJ Lehto e Hans-Joachim Stuck lottavano contro giovani promettenti come Giancarlo Fisichella e i vincitori del DTM Nicola Larini (1993), Klaus Ludwig (1994) e Bernd Schneider (1995). Nel campionato internazionale, per Opel correvano le squadre ufficiali Joest, Rosberg e Zakspeed. Le vetture turismo di Classe 1 erano tecnologicamente all’avanguardia: motori V6 con 2.5 litri di cilindrata e 500 CV, telaio di razza; e, nel caso della Opel Calibra, con trazione integrale, ABS e trasmissione semi-automatica con palette al volante che consentiva di effettuare i cambi marcia in frazioni di secondo. I tempi sul giro delle vetture turismo dell’ITC erano in linea con quelli della Formula 3000 – all’epoca il campionato che preparava i piloti per la Formula 1.

Back to top button
Consent management powered by Real Cookie Banner