Motori

OPEL: Kadett e Astra, da 85 anni la compatta di riferimento

La sesta generazione di Opel Astra è il nuovo punto di riferimento della categoria delle compatte e prosegue una tradizione iniziata ben 85 anni fa. Nel 1936 Opel fu infatti il primo costruttore tedesco a lanciare sul mercato una compatta accessibile e adatta a ogni famiglia, la Opel Kadett.

L’idea di un mercato specifico per le compatte si sviluppò fortemente durante gli anni del “Wirtschaftswunder”, il miracolo economico tedesco, tanto da spingere Opel a costruire nel 1962 un nuovo stabilimento specificamente dedicato alla Kadett a Bochum, in Germania.

Il secondo segreto del successo di questa vettura è non aver mai riposato sugli allori. Ogni nuova generazione si è distinta per le caratteristiche innovative, come il motore quattro cilindri raffreddato ad acqua della Kadett A (1962), la sensazionale aerodinamica della Kadett E (1984) o i fari anteriori attivi (AFL) della Astra H (2004).

Ora la storia si ripete. Grazie al design ‘bold and pure’ e alle tecnologie all’avanguardia della nuova Opel Astra – tra cui la trazione elettrica plug-in hybrid – Opel dà il via a una nuova epoca nella categoria delle compatte.

La Opel Kadett del 1936 e la rivoluzionaria carrozzeria a scocca portante in acciaio

La tradizione di Opel quale punto di riferimento nella categoria delle compatte iniziò con la prima Opel Kadett del 1936. Dopo la Opel Olympia, il primo veicolo tedesco a scocca portante completamente in acciaio costruito in serie, anche la Opel Kadett fu caratterizzata da questa rivoluzionaria tecnologia.

Rispetto alla classica carrozzeria e telaio a longheroni, la scocca portante presentava numerosi vantaggi, come il minor peso che consentiva di ottenere prestazioni migliori e ridurre il consumo di carburante, e la maggior sicurezza, grazie alla stabilità della cella passeggeri e al baricentro ribassato.

Tra le caratteristiche distintive della Opel Kadett A (1962-1965) spiccavano il brillante motore da un litro, il capiente bagagliaio e l’abitacolo particolarmente spazioso. La ricetta del successo comprendeva anche un ingrediente che una specifica rivale non avrebbe mai potuto avere. Il tappo del serbatoio della benzina si trovava infatti all’esterno e non all’interno bagagliaio, riservato al trasporto di bagagli e oggetti. “Basta con la puzza di benzina nel bagagliaio”, scrissero i pubblicitari Opel strizzando l’occhiolino in direzione di Wolfsburg.

Le compatte Opel entrarono in una nuova epoca con la Opel Kadett D (1979-1984). Invece della trazione posteriore, il nuovo modello presentava per la prima volta una trazione anteriore “made by Opel”. Il motore trasversale occupava meno spazio e consentì di realizzare una vettura che fu un modello di spaziosità. Pur essendo più corta del modello precedente, la Opel Kadett D aveva un abitacolo più grande e offriva molto più spazio rispetto a numerose rivali.

L’Astra F, la compatta Opel dal nuovo nome, incarna lo spirito degli anni Novanta

La Opel Astra F fu presentata in anteprima mondiale nel 1991, mentre il mondo viveva anni di grandi cambiamenti. La settimana generazione della compatta Opel incarnò lo spirito di quegli anni come nessun’altra automobile. La vettura prese un nuovo nome – Astra, come la gemella britannica Vauxhall – e si distinse per l’elevato numero di sistemi di sicurezza avanzati. La possibilità di riciclare numerosi materiali utilizzati per la sua produzione dimostrò inoltre l’attenzione riservata alla compatibilità ambientale.

L’Astra F fu un veicolo di grandi cambiamenti e resta la Opel più venduta di tutti i tempi: la Casa tedesca ne produsse 4,13 milioni di unità tra il 1991 e il 1997.

La nuovissima sesta generazione di Opel Astra compie un audace passo nel futuro

Con la nuovissima Astra, Opel si pone ancora una volta all’inizio di una nuova epoca delle compatte. La nuova valuta dell’industria automobilistica è la CO2, e la mobilità elettrica costituisce la soluzione per ridurre le emissioni di gas serra. La nuova Opel Astra svolge un ruolo fondamentale nell’elettrificazione della gamma del marchio – l’11a serie della compatta Opel sarà disponibile per la prima volta in versione ibrida plug-in a due livelli di potenza.

La nuova Opel Astra è anche una riuscita dimostrazione del nuovo design di Opel, il passo successivo nell’esecuzione della nuova filosofia stilistica ‘bold and pure’ (audace e puro) del costruttore tedesco. Il Vizor anteriore, i passaruota pronunciati e le linee tese producono una personalità sportiva e sicura di sé; nell’abitacolo, il Pure Panel costruito intorno al guidatore garantirà un’esperienza nuova ed emozionante.

Ottantacinque anni dopo la prima Opel Kadett, seguendo la solida tradizione delle vetture che l’hanno preceduta, la nuova Opel Astra entra con audacia nel futuro.

Back to top button
Consent management powered by Real Cookie Banner