Motori

Il Gruppo Renault firma un accordo mondiale per un’organizzazione ibrida del lavoro

Luca de Meo, CEO del Gruppo Renault, Eric Vidal, Segretario del Comitato di Gruppo Mondo, e Valter Sanches, Segretario Generale di IndustriAll, hanno firmato, in data 26 aprile, un addendum all’accordo quadro mondiale “Costruire insieme il mondo del lavoro nell’ambito del Gruppo Renault”, relativo all’organizzazione tra smart working e lavoro in presenza. 

Questa nuova organizzazione ibrida del lavoro del Gruppo Renault, che si prefigge lo scopo di trarre il meglio dalle attività in presenza e in smart working, funziona su base volontaria e verte sui seguenti principi:

Più flessibilità nell’organizzazione personale del lavoro: organizzazione della settimana tra smart working e lavoro in presenza con almeno due giorni di smart working a settimana e mantenimento di almeno il 20% dell’orario di lavoro mensile in presenza.

Responsabilizzazione ed autonomia: in base agli obiettivi individuali, libera organizzazione del lavoro tra individuale, collaborativo ed incontri in presenza con il team.

Rispetto dell’equilibrio tra vita privata e vita professionale: rispetto degli orari di lavoro dell’azienda, ma anche dei periodi di pausa e di ferie.

Questo addendum estende l’accordo quadro mondiale firmato nel 2019 e consente di accompagnare la trasformazione del Gruppo Renault, soprattutto rivedendo la sua modalità di lavoro. Risponde anche alle attese espresse dai collaboratori, che si sono accentuate con la crisi sanitaria, sulla possibilità di fare un mix tra lavoro in presenza e smart working per migliorare l’equilibrio tra vita privata e vita professionale.

Back to top button
Consent management powered by Real Cookie Banner