Racing

ALPINE: il ritmo accelera a Monza

Questa settimana, il FIA WEC scoprirà una nuova gara per la seconda volta in meno di due mesi recandosi in Italia per la prima edizione della 6 Ore di Monza.

Dopo le sfide inedite della 8 Ore di Portimão, Alpine Elf Matmut Endurance Team e i suoi avversari dovranno ricorrere a tutte le loro capacità di adattamento per imparare a conoscere, nel minor tempo possibile, le sottigliezze del nuovo terreno di confronto. Considerato come uno dei tracciati più iconici del motorsport, l’Autodromo Nazionale di Monza è anche uno dei più veloci del calendario, con lunghi rettilinei e curve rapide intervallate da grandi frenate rese necessarie dalle occasionali chicane.

Su questa pista, che presenta somiglianze con il Circuit de la Sarthe, il team e i tre piloti potranno basarsi sulle rispettive esperienze per prepararsi al meglio al “tempio della velocità”. I francesi Nicolas Lapierre e Matthieu Vaxiviere hanno già avuto un certo successo a Monza, mentre il loro compagno di squadra, André Negrão, si è già esibito su questa pista in diverse occasioni. Per quanto riguarda Alpine, bisogna risalire al Prologo 2017 del FIA WEC per ritrovare una traccia della presenza a Monza dei prototipi della Casa francese. In quell’occasione, entrambe le A470 avevano accumulato oltre 2.400 chilometri in soli due giorni.

Secondi a Spa-Francorchamps e terzi a Portimão, i “Blu” cercheranno di proseguire la serie di piazzamenti sul podio, nonostante una concorrenza sempre più numerosa, ma soprattutto sempre più accanita. Alpine Elf Matmut Endurance Team sfiderà, pertanto, due Toyota e due Glickenhaus nella categoria Top delle Hypercar, senza dimenticare le dodici LMP2 in grado di sconvolgere la classifica e sorprendere.

In questo contesto, gli uomini di Philippe Sinault potranno contare sulle lezioni tratte dal precedente appuntamento per perfezionare i settaggi dell’A480, dato che il BoP (Balance of Performance) resterà invariato rispetto al Portogallo. Per tutta la scuderia, l’obiettivo sarà comunque semplice, trattandosi di associare concentrazione, umiltà e serenità per puntare al miglior risultato possibile, mantenere gli avversari sotto pressione e prepararsi al meglio per la seconda parte della stagione che si aprirà il mese prossimo con la 24 Ore di Le Mans.

La terza prova del calendario adotterà il formato classico, con una sola sessione di prove il venerdì. Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxiviere sfrutteranno al massimo il tempo in pista per raccogliere quante più informazioni possibili in previsione delle qualifiche che si disputeranno sabato sera. Poi ci sarà la gara in cui il trio affronterà altri trentasei equipaggi alla partenza della 6 Ore di Monza, domenica a mezzogiorno.

Back to top button
Consent management powered by Real Cookie Banner